Parlamento

Il M5S vota per l’espulsione dei propri parlamentari: è questa la loro democrazia?

L’articolo 21 della Costituzione è molto chiaro:

Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

L’articolo 67 ribadisce:

Ogni membro del Parlamento rappresenta la Nazione ed esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato

Bocchino, Campanella, Battista e Orellana. È paradossale che coloro che si fanno difensori della Carta Costituzionale mettano sotto un assurdo processo i propri membri perché hanno espresso pubblicamente il loro pensiero tramite un comunicato stampa, perché hanno dichiarato la propria contrarietà all’opinione dell’indiscusso “leader-capo-dittatore-portavoce“.

?????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????Scrivo questo post prima di conoscere l’esito della votazione della “rete”, perché trovo estremamente grave che membri del Parlamento, quello che dovrebbe essere la casa della democrazia, debbano decidere di espellere dal proprio gruppo coloro che hanno osato dissentire.

A inizio legislatura, ho firmato insieme ad altri 14 colleghi Pd la mozione presentata dal gruppo di Sel per bloccare l’acquisto degli F35, nonostante fosse divergente dalla posizione in quel momento espressa dal mio partito. Si è creata una discussione all’interno del Partito Democratico dalla quale è nata la mozione, poi approvata dalla Camera, che prevedeva la sospensione dell’acquisto degli F35 e un’indagine conoscitiva sull’effettiva validità e necessità di questi aerei da guerra. Nessuno ha mai chiesto la mia estromissione dal gruppo. Credo che nessuno ci abbia nemmeno pensato.

Nessuno ha chiesto il mio allontanamento neanche quando, qualche giorno fa, ho organizzato una conferenza stampa in cui si discuteva di ergastolo ostativo e della sua abolizione alla presenza del Prof. Pugiotto, costituzionalista che da anni lotta per l’abolizione di questa pena. Nel mio partito, abbiamo idee molto diverse su questo tema, ci confrontiamo, dibattiamo, discutiamo, ma nessuno invoca l’espulsione dell’altro.

Tantomeno nessuno si permette di creare gogne mediatiche sulla testa di persone perbene.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...