Disabilità

Quella sensazione di libertà quando cadono le barriere architettoniche

Che bella la sensazione della libertà! L’altro giorno a Torino ho avuto la possibilità di provare la libertà, quella che avevo sentito a Lipsia durante l’Erasmus. Mentre si votava il decreto turismo dalla Camera, avevo presentato un ordine del giorno approvato dal Governo per sviluppare tutte le tecnologie per abbattere le barriere architettoniche e sensoriali, perché so bene quanto la tecnologia faciliti la vita. Ma torniamo a Torino. Alla biglietteria del museo egizio, ho chiesto di poter avere una carrozzina, per poter visitare le varie stanze senza stancarmi eccessivamente. Ero pronta a qualsiasi tipo di risposta: non le abbiamo, sono rotte, sono tutte impegnate oppure “si ma alcune sezioni non sono accessibili,…” “l’ascensore è rotto…”. Invece mi ha  detto che non avevano carrozzine, ma macchinette elettriche! Tutto il museo era completamente accessibile, tutti gli spazi consentivano gli spostamenti nel modo migliore. Sapete come è andata a finire? Io ho girato tranquillamente il museo, divenendo l’attrazione di tutti i bimbi 🙂

image

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...