Diritti/Disabilità/Integrazione

Niente stereotipi, per favore.

Comunicare la disabilità, comunicare per la #disabilità.

Quali parole usare? Come e cosa raccontare? Come evitare il pietismo e il tono melodramamtico? Come mettere al centro la persona e i suoi diritti, prima di guardare alla sua disabilità? Come far emergere difficoltà, lotte, successi quotidiani andando oltre i fari puntati solo sulle eccellenze e sui “miti”, che comunque devono essere raccontati come segno di riuscita.
Come vogliono essere rappresentate le persone con disabilità?

Non è facile affrontare al meglio, in maniera corretta e leale, i temi della disabilità, delle persone che la vivono, di chi li circonda, delle istituzioni e delle associazioni che ci si rapportano.

Lo provano a fare 10 comunicatori e giornalisti, intervistati sulla rivista SuperAbile dell’#INAIL.

Vi consiglio di leggerlo per avere un quadro schietto della situazione attuale e della direzione che dovremmo prendere e che dovrebbero prendere i media.
In fondo, l’oggettività, il rigore intellettuale, la chiarezza e a volte anche della sana ironia, sono elementi che informazione e comunicazione dovrebbero tenere sempre, che si parli di disabili o normodotati.

Magari può essere un primo proposito per il #2017

Qui l’articolo completo di SuperAbile 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...