Sport

Populismo Vs Sport, l’Italia ci sta solo rimettendo soldi e cultura.

Il Populismo non ama lo sport. Ed evidentemente non ama quello che lo sport può rappresentare: dagli aspetti culturali e sociali, fino a quelli economici e di sviluppo. Lo sta dimostrando in maniera chiara facendosi sfuggire tutte le possibili occasioni che si offrono al nostro Paese. Olimpiadi, Stadio della Roma, Ryder Cup, tutti grandi progetti bloccati e strumentalizzati.

L’ultimo richiamo è proprio alla Ryder Cup, la vulgata populista grida allo scandalo per i 97 mln di euro che l’Italia dovrebbe “reagalare” a un torneo di golf (che in maniera errata e qualunquista viene dipinto come sport per ricchi e anziani, mentre con i suoi 65 mln di praticanti è lo sport individuale più praticato al mondo), mentre ci sono i terremotati, si salvano le banche, le scie chimiche…

Lo sport è preparazione, è studio, è abnegazione. Per questo di fronte a questi novelli e bugiardi Robin Hood non possiamo non far emergere i fatti che invece sono ben lontani da quanto sbandierato ai quattro social.
Il “finanziamento” di 97 milioni di euro non è altro che una garanzia richiesta allo Stato da parte degli organizzatori, ma molto probabilmente non verrà riscossa, nemmeno in parte. Ciò che verrà invece riscosso dallo Stato e dalla collettività, secondo uno studio della Kpgm, sono i circa 487 mln di euro di entrate complessive, i 485 mila posti di lavoro da qui al 2027, i 109 milioni di euro incassati dallo Stato come introiti.

Questa possiamo definirla la parte documentata (se anche lo studio sia gonfiato per il 50% e lo Stato dovesse pagare davvero i 97 mln di euro di garanzia, il saldo per l’Italia sarebbe ancora di 146 e passa mln di euro con oltre 200 mila posti di lavoro), alla quale dovremmo aggiungere, se ne fossimo capaci, i possibili introiti derivanti dall’incremento del turismo sportivo.  A questi si aggiungerebbero amanti e appassionati che potrebbero tornare nel nostro Paese anche non per giocare a golf.

Potremmo infine immaginare l’ampliamento dell’offerta sportiva italiana verso uno sport sottovalutato, ma che potrebbe prendere piede e, ancora una volta, generare passione, interesse, profitti. D’altronde, ad esempio, fino a qualche anno fa nessuno poteva immaginare l’enorme riscontro che sta avendo nel nostro Paese il rugby.

 

L’immagine in evidenza è presa da qui
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...