Roma/Scuola

Scuola libera per uomini e donne liberi.

Sembra impossibile che si sia arrivato a tanto: trasformare la commemorazione della morte del giudice Falcone alla presenza di cittadini e studenti, in un palco per una sola forza politica.

E non è solo un problema di par condicio o di  correttezza ed etichetta istituzionale. Quello che è successo al Quarticciolo ad opera del Movimento 5 stelle, richiama alla mente capitoli bui della nostra storia, quando  la libertà era negata da un pensiero unico e dall’obbligo della sua osservanza.

Quei capitoli per cui, si è sempre pensato, la scuola debba costruire anticorpi democratici così da scongiurare prima la dimenticanza e poi il rischio di un ritorno.

Ecco perché ho chiesto alla Ministra Fedeli se conoscesse l’episodio e  se intenda prendere provvedimenti.

Per proteggere la scuola, luogo di formazione dei cittadini di domani, che va preservato nella sua neutralità, che significa libertà di conoscere, approfondire, formarsi una opinione. Senza che nessuno possa mai imporre un unico modo di pensare, di sostegno solo allo status quo.

E questo richiamo alla libertà e alla necessità di preservarla, ancor più per le nostre ragazze e ragazzi, che ricorda e rende vivo davvero il lavoro e il sacrificio del giudice Falcone e degli altri servitori dello Stato morti in circostanze analoghe per rendere migliore questo Paese.

Di seguito la mia interrogazione alla Ministra Fedeli.

Al Ministro dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca per sapere:

premesso che-

– il 23 maggio 2017 per celebrare il 25°anniversario della strage di Capaci -presso il Teatro Biblioteca del Quarticciolo nel V Municipio a Roma- si svolgerà un concerto dell’Orchestra dell’Indirizzo Musicale dell’I.C. Via dei Sesami e dell’ I.C. Via Luca Ghini a cui sono stati invitati a partecipare gli studenti e le famiglie;
– alla suddetta iniziativa interverranno, tra gli altri, i parlamentari del Movimento Cinque Stelle Giulia Sarti, Francesco D’Uva e Massimo Baroni oltre che il Presidente del V° Municipio iscritto al gruppo consiliare del Movimento Cinque Stelle;
– il programma dell’evento prevede un ingresso ad inviti e nessun altro esponente istituzionale, tranne quelli summenzionati, è stato invitato e, sempre secondo il programma, sono previsti interventi degli studenti e il dibattito sarà coordinato da una docente dell’I.C. Luca Ghini;
– questa rappresenta un’iniziativa significativa e meritevole di grande attenzione: coinvolgere gli studenti su temi fondamentali come la legalità e il contrasto alle mafie è fondamentale e, dunque, si ritiene assolutamente apprezzabile il lavoro svolto da insegnanti e studenti;
– proprio per queste ragioni appare grave che una giornata così significativa sia strumentalizzata da una parte politica;
– la comunità scolastica ha il compito di formare i futuri cittadini rispettando la libertà di pensiero e le opinioni di ognuno;
– in tal senso, l’attività formativa e di approfondimento che svolgono le scuole dovrebbe essere svolta secondo criteri di imparzialità e non all’insegna della propaganda politica
se sia a conoscenza dei fatti in oggetto e quali iniziative intenda mettere in campo per impedire che le scuole diventino terreno di propaganda politica garantendo l’imparzialità delle istituzioni scolastiche e salvaguardando l’obiettivo principale del sistema formativo che è quello di formare cittadini indipendenti e consapevoli.

 

La foto in evidenza è presa da qui
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...