25 aprile/Memoria

Sul 25 aprile

Ha ragione Giorgia Meloni il 25 aprile è divisivo. Divide tra chi ha scelto di seguire Mussolini e Hitler, aiutando durante i rastrellamenti, combattendo per un ideale che divideva le persone in giuste e “sbagliate” (=da confinare, ghettizzare, sopprimere) e chi ha scelto di lasciare tutto ed andare a combattere in montagna per la libertà e la democrazia. Concetti che molti non avevano mai conosciuto, essendo nati, cresciuti, formati, sotto il regime fascista di Benito Mussolini.

Sì è vero il 25 aprile è divisivo. Divide da un lato chi ha contribuito agli eccidi, le deportazioni, le torture. Dall’altro lato chi quegli eccidi, quelle deportazioni e quelle torture le ha subite. E non le può raccontare.

Se volete avere un’idea di quanto possa essere divisivo il 25 aprile fate un giro al Museo di Via Tasso, leggete i graffiti dai quali emerge la speranza, la paura, la voglia di lottare contro il nazifascismo. Capirete la differenza tra lo stare da una parte o dall’altra della barricata.

Perché non era uguale.

Bisognava scegliere, anche a costo di dividere intere famiglie e di essere fratello contro fratello.

Sì il 25 aprile è divisivo e i nostri ragazzi, le prossime generazioni che non avranno conosciuto i testimoni diretti di quel tempo, devono sapere. Ed essere grati per sempre a chi ci ha permesso di vivere liberi in una democrazia.

W il 25 aprile!!!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...