Max Hauke e il video della vergogna

  Il video dello sciatore austriaco Max Hauke mentre si sottopone ad una trasfusione di sangue illecita per migliorare le sue prestazioni sconvolge e alza il tappeto e mostra la polvere. Davanti a quelle immagini nessuno può fare finta di niente. L’indagine mostra il coinvolgimento di atleti di più nazionalità, perché il doping e unContinua a leggere “Max Hauke e il video della vergogna”

Laureati in scienze motorie nella scuola primaria, dopo il passaggio di testimone è ora di tagliare il traguardo

È bello quando qualcuno porta a conclusione la battaglia alla quale hai contribuito con lavoro, ascolto e determinazione. Il ministro Bussetti lo ha promesso, la Camera ha approvato e ora tocca al Senato. Sarà un inserimento graduale, per un problema di costi: per aggiungere personale serve trovare tanti fondi. Bene, spero che ora il testimoneContinua a leggere “Laureati in scienze motorie nella scuola primaria, dopo il passaggio di testimone è ora di tagliare il traguardo”

Reddito di cittadinanza e il rischio di una guerra tra poveri.

Da mesi avevano promesso l’aumento delle pensioni di invalidità a 780€, una misura giusta perché permette alle persone che hanno bisogni specifici di poter beneficiare di un supporto economico in più. Era un principio giusto che avrebbe garantito un po’ più di equità, soprattutto perché l’Italia è un Paese ancora molto indietro sull’applicazione delle sueContinua a leggere “Reddito di cittadinanza e il rischio di una guerra tra poveri.”

Chi paga le promesse del Governo?

Dopo mesi di esibizioni muscolari, prove di forza e spread alle stelle, l’approvazione della Manovra da parte della Camera, il Governo capisce di aver sbagliato e torna indietro. Scusate, ci siamo sbagliati il deficit sarà al 2,04 invece che al 2,40. Qualche decimale, come l’ha chiamato il ministro Matteo Salvini, che però vale qualche miliardoContinua a leggere “Chi paga le promesse del Governo?”

NON MI AVRETE MAI COME VOLETE VOI.

Il Censis ha appena diffuso una nuova fotografia della nostra società incattivita, abbrutita e divisa in parti difficilmente sanabili. Tutto viene riportato ad uno scontro tra il fronte dei “buoni” e quello dei “cattivi”, a seconda del proprio punto di vista, arroccandosi ognuno sulle proprie convinzioni, senza aprirsi all’ascolto ed al confronto. Ma la cosaContinua a leggere “NON MI AVRETE MAI COME VOLETE VOI.”

Giornata Mondiale delle Persone con disabilità: le 4 sfide che ci attendono

“Rimarrai così tutta la vita, non lo hai ancora capito???” No. Avevo 11 anni e non lo avevo ancora capito. Quelle parole di quell’asettico camice bianco mi arrivarono addosso come una frustata a freddo, un colpo a sorpresa, a spezzare per sempre l’illusione di un’infanzia che forse non ho mai avuto e spingermi con forzaContinua a leggere “Giornata Mondiale delle Persone con disabilità: le 4 sfide che ci attendono”

Disabilità, sessualità e molto altro.

  Grazie al Partito Democratico di Cosenza, ai Giovani Democratici e ai ragazzi di FutureDem per aver voluto indire una discussione sulla disabilità e la sessualità, nel momento in cui il Governo istituisce un Ministero della Famiglia e della Disabilità Qui potete ascoltare il mio intervento in versione integrale grazie a Radio Radicale in cuiContinua a leggere “Disabilità, sessualità e molto altro.”

Prendiamoci cura di noi stessi e di chi ci sta intorno

  In questi giorni l’attenzione si è catalizzata sul servizio della trasmissione Le Iene riguardante i lavoratori della ditta dei Di Maio, in questo modo un altro servizio è passato del tutto inosservato quello sulle chat WhatsApp che spingono le ragazzine all’anoressia, dando loro consigli su come fare. Una cosa gravissima. Gruppi che spingono le ragazzeContinua a leggere “Prendiamoci cura di noi stessi e di chi ci sta intorno”

Una vita in vacanza

Torno sulla mia odissea per uscire dall’aeroporto di Fiumicino di cui ho parlato qui perché mi ha fatto riflettere molto. Chi ha pensato a creare un servizio cosi lungo per i passeggeri ha evidentemente messo al primo posto le esigenze organizzative e gestionali di compagnie, aeroporto e operatori, senza tenere in considerazione le persone conContinua a leggere “Una vita in vacanza”

100 anni fa finiva la Prima Guerra Mondiale

“Comando Supremo, 4 Novembre 1918, ore 12 La guerra contro l’Austria-Ungheria che, sotto l’alta guida di S.M. il Re, duce supremo, l’Esercito Italiano, inferiore per numero e per mezzi, iniziò il 24 Maggio 1915 e con fede incrollabile e tenace valore condusse ininterrotta ed asprissima per 41 mesi è vinta. La gigantesca battaglia ingaggiata ilContinua a leggere “100 anni fa finiva la Prima Guerra Mondiale”