Il testo della legge

Istituzione della figura professionale di educatore motorio-sportivo nella scuola primaria

Art. 1
(La Repubblica riconosce e promuove l’educazione fisica e motoria come fattore di sviluppo della persona umana)
1. La Repubblica, al fine di promuovere la formazione e il pieno sviluppo quale strumento di valorizzazione della persona umana riconosce l’educazione fisica e sportiva quale espressione di un diritto individuale, ne assicura lo svolgimento all’interno del programma curriculare obbligatorio nella scuola primaria.

Art. 2.
(Istituzione della figura professionale del docente di educazione fisica e sportiva nella scuola primaria).
1. Al fine di garantire il valore educativo dell’attività motoria è istituita, con modalità stabilite dal Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca, la figura professionale del docente di educazione fisica e motoria nella scuola primaria.
2. L’attività promossa dal docente di educazione fisica e sportiva è finalizzata a:
a) favorire l’integrazione dell’educazione motoria e sportiva nell’ambito del curricolo della scuola primaria, affiancando e sostenendo l’insegnate di classe e non sostituendosi totalmente ad esso;
b) proporre l’esperienza motoria e corporea come veicolo prioritario per la strutturazione delle capacità cognitive indispensabili ai processi di conoscenza e di interiorizzazione dei saperi;
c) promuovere la pratica motoria e sportiva affinché diventi una sana consuetudine di vita, volta a creare una consolidata abitudine al movimento e al benessere fisico e mentale che ne deriva;
d) esaltare il valore educativo dello sport nei suoi aspetti di crescita comportamentale e sociale, per vivere e condividere esperienze significative di relazione e di integrazione;
e) operare per lo sviluppo di un corretto concetto di competizione, volto al superamento dei propri limiti e al miglioramento delle proprie potenzialità;
f) offrire l’opportunità di partecipare ad attività motorie e di gioco sport a tutti gli alunni che non praticano attività sportive al di fuori dell’ambito scolastico.

Art. 3.
(Esercizio professionale).
1. Per l’esercizio della professione di docente di educazione fisica e sportiva è necessario essere in possesso del diploma di laurea in scienze motorie di cui al decreto legislativo 8 maggio 1998, n. 178, ovvero del diploma degli ex istituti superiori di educazione fisica (ISEF), equiparato ai sensi della legge 18 giugno 2002, n. 136. Il personale che esercita la professione di docente di educazione fisica e sportiva è formato attraverso corsi organizzati dal Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca, con l’eventuale collaborazione del CONI.
2. 2. L’organico costituito dal personale che esercita la professione di docente di educazione fisica e sportiva è costituito nella misura di un docente specialista con un monte ore pari a ventiquattro ore settimanali più due di programmazione da articolarsi su un complesso di 11 classi ” modulabili in attività di:
a) insegnamento frontale;
b) organizzazione e gestione di manifestazioni e di gare sportive anche per reti di scuole;
c) partecipazione ai consigli di classe;
b) partecipazione alle riunioni degli altri organi collegiali dell’istituzione scolastica;
c) valutazione degli alunni.
2.
1. Lo stato giuridico ed economico del docente di educazionefisica e sportiva e` il medesimo dei docenti di scuola primaria.
3.
Il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca emanerà entro 60 giorni (?) dall’approvazione di tale legge le linee guida nazionali sull’organizzazione delle attività di educazione fisica e sportiva nella scuola primaria.

Art. 4.
(Copertura finanziaria).
1. All’onere derivante dall’attuazione della presente legge pari a 350 milioni di euro per ciascuno degli anni 2014-2015-2016 si provvede mediante le entrate derivanti da un’imposta aggiuntiva del 5% sui nuovi giochi e scommesse istituiti in attuazione dell’art. 16, comma 2, lettera b) della legge 13 maggio 1999, n. 13
2. Il Ministro dell’economia e delle finanze è autorizzato ad apportare, con propri decreti, le occorrenti variazioni di bilancio.

6 thoughts on “Il testo della legge

  1. Pingback: 15 aprile: #crescoattivo | Chiara Gribaudo

  2. Finalmente!!! Un ministro che pone interesse sulla necessita’ di un buon sviluppo mente- corpo sin dai primi anni di formazione.
    Ancor di più notare come l’attività motorie (strumento d’applicazione diverso dallo sport) possa favorire uno sviluppo armonico gia’ nei primi anni di scuola

  3. Gentile On. Coccia, esprimo il mio plauso per il progetto. Mi permetto di segnalare l’eventuale dettaglio del comma 1 dell’art. 3, si da per scontato che i laureati specialisti/magistrali possano partecipare in quanto titolo conseguibile successivamente rispetto alla laurea v.o? I laureati triennali che, nel progetto motoria, sono equiparati ai diplomati ISEF, saranno esclusi?.
    La ringrazio per l’attenzione e mi auguro che per il bene dei nostri bambini, del nostro paese e degli operatori, la proposta passi.
    Cordiali saluti
    Paolo Moisè

  4. Buongiorno Onorevole Coccia, la ringrazio come sempre per l’impegno che ci sta mettendo con il progetto crescoattivo, le vorrei chiedere una cosa. Io sono un laureato in Scienze Motorie (triennale), conseguita nel 2009, ho da poco terminato il progetto Primaria, dopo aver lavorato anche l’anno scorso con il progetto Alfabetizzazione Motoria. Ora se dovesse diventare legge questa sua proposta, la mia figura di esperto di ed. fisica (con due anni di progetto) e la laurea triennale, verrà scartata? Perchè se dovesse essere così mi sembra molto assurdo, visto che i requisiti minimi per intraprendere questo percorso, ormai finito, li avevo tutti! Quindi ovviamente all’epoca dei fatti non mi sono posto per nulla il problema di dover conseguire anche la specialistica!
    In attesa di una Sua risposta, cordiali saluti.
    Sandro Stanziano

  5. Sarebbe ora che l’ed fisica fosse introdotta e insegnata da docenti ISEF anche non abilitati con esperienza fatta dopo tanti anni d’insegnamento con i vari progetti nelle scuole primarie senza nessuna assicurazione per il proprio futuro (vergogna)l’idea cervellotica ora e’quella di farla insegnare alle maestre (di nuovo vergogna)che non sanno parlo di ed fisica e sport e non di altre materie (ognuno il suo come si dice al mio paese CORTONA)le regole di qualsiasi disciplina sportiva .Siamo in Europa o in un altro paese del terzo mondo fatemi capire .anche in questa disciplina (l’ed fisica)in Italia siamo 50 anni indietro a tutti gli stati europei e non (l’ultima ruota del carro .)vergogna!!!.

  6. sogno o son desto(?!)…
    ho sognato di entrare all’isef – ci sono riuscito nel 1984 – con la “certezza” che il numero chiuso fosse la garanzia lavorativa. Oggi, 2015, apprendendo qs notizia, mi sembra di sognare. Quante persone ho visto passare davanti a me: la moglie del proprietario del centro fitness/piscina, il fratello, l’amante, l’appassionato…ecc. Tuttavia, non ne faccio una colpa agli imprenditori e/o proprietari…loro ne approfittano e risparmiano perché la legge lo permette. Noi professionisti a che serviamo, se guidare lo sport è una possibilità di tutti? io aggiungo è terra di nessuno purtroppo!
    Ho però una domanda: chi potrà inserirsi e insegnare nella scuola primaria? Solo coloro che sono in graduatoria? oppure – lo spero – tutti coloro che hanno studiato (e studiano ancora) per essere professionisti sempre aggiornati. Io per esempio ho sempre lavorato nell’organizzazione e nella gestione dello sport impiantistico: club, spa, piscine, ecc… ma non sono mai riuscito ad entrare nella scuola per evidenti ragioni.
    grazie on. Coccia!
    PS: viso dove viviamo – viva l’italia – mi riservo di attendere che il tutto si concretizzi fattivamente.
    luciano calabretta
    http://www.lucianocalabretta.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...