Max Hauke e il video della vergogna

  Il video dello sciatore austriaco Max Hauke mentre si sottopone ad una trasfusione di sangue illecita per migliorare le sue prestazioni sconvolge e alza il tappeto e mostra la polvere. Davanti a quelle immagini nessuno può fare finta di niente. L’indagine mostra il coinvolgimento di atleti di più nazionalità, perché il doping e unContinua a leggere “Max Hauke e il video della vergogna”

9 Novembre, crollano i muri dello sport

Il 9 novembre è una data ricorrente nella storia del ‘900 europeo e non solo per la caduta del Muro di Berlino. Ventisei anni fa lo sgretolamento progressivo di quella barriera fisica che segnava il confine di due Mondi sembrava aver chiuso per sempre l’era delle divisioni e della Cortina di Ferro. Eppure si senteContinua a leggere “9 Novembre, crollano i muri dello sport”

Combattere il doping? Si, ma seriamente.

Negli ultimi anni lo sport ha tentato di dare delle risposte efficaci al fenomeno del doping ma molte di queste sono sembrate pannicelli caldi. Il problema esiste ed è grande come una montagna, difficile da scalare come l’Alpe d’Huez. Ora, oltre al dispiacere umano che si prova nei confronti di un corridore come Froome oggettoContinua a leggere “Combattere il doping? Si, ma seriamente.”

Organismo antidoping, la politica fa sul serio

Dopo l’interrogazione presentata dal deputato Pd Cova, 60 parlamentari hanno sottoscritto una risoluzione perché venga attuata in toto la legge (376/2000) che prevede la costituzione di un’agenzia indipendente e realmente “terza”rispetto allo sport di EUGENIO CAPODACQUA ROMA – Anche la politica si muove sulla vicenda dell’antidoping del Coni gestito con la “partnership” dei Carabinieri delContinua a leggere “Organismo antidoping, la politica fa sul serio”