Max Hauke e il video della vergogna

  Il video dello sciatore austriaco Max Hauke mentre si sottopone ad una trasfusione di sangue illecita per migliorare le sue prestazioni sconvolge e alza il tappeto e mostra la polvere. Davanti a quelle immagini nessuno può fare finta di niente. L’indagine mostra il coinvolgimento di atleti di più nazionalità, perché il doping e unContinua a leggere “Max Hauke e il video della vergogna”

9 Novembre, crollano i muri dello sport

Il 9 novembre è una data ricorrente nella storia del ‘900 europeo e non solo per la caduta del Muro di Berlino. Ventisei anni fa lo sgretolamento progressivo di quella barriera fisica che segnava il confine di due Mondi sembrava aver chiuso per sempre l’era delle divisioni e della Cortina di Ferro. Eppure si senteContinua a leggere “9 Novembre, crollano i muri dello sport”

Doping: rivedere le modalità di controllo italiane

Essere un atleta è difficile. Ore di allenamenti quotidiani, con l’acido lattico nei muscoli che ti annebbia anche il cervello. Ma un atleta va avanti. Nonostante tutto ripete meticolosamente gli stessi gesti, cura ogni dettaglio della preparazione, al freddo, al caldo, con il vento, perché sa che il lavoro è l’unica strada per migliorare, per abbassare di un maledettoContinua a leggere “Doping: rivedere le modalità di controllo italiane”